Sunday, May 21, 2006 , 23.15

in hoc signo vinces

sul fronte dell’essere! ieri sera, in seguito alla vile proiezione del film il codice da vinci, il vostro eroe brullonulla, Sacra Bibbia alla mano, insieme ad altri tre confratelli è andato davanti al cinema a chiedere il doveroso rispetto per almeno la Vera Fede. il glorioso manipolo ha respinto con tetragona opposizione e indifferenza lo strillìo costernato dalla decadenza occidentale.

documentazione fotografica e scritta dell’evento.



Saturday, May 20, 2006 , 14.38

il riconoscimento automatico del sistema nervoso di complessi pattern visivi in movimento collettivamente classificabili “figa”

sicchè io vi lascio soli un momento, ed eccovi qui, voi stronzi, a litigare sui froci e a parlare di napolitano come fosse il bar sport qualunque. sono rimasto stupito che non sia saltato fuori moggi e il codice da vinci. è questo il pubblico che mi merito? non meritavo forse io un pubblico fatto di seducenti studentesse del MIT pronte a scrivermi le equazioni del campo elettrodebole sulla cappella con la lingua? non meritavo io forse congreghe di indomiti inquisitori annuire possenti alle mie parole? sob. che l’anima del piccolo tommaso preghi per voi, invece di giocare con le sue feci come fa sempre.

eh si, è un pò. ma il post precedente doveva essere eloquente. la primavera ha dei pessimi, pessimi, pessimi effetti sul mio sistema nervoso. insisto. voi non sapete quanto. ora che è iniziato il caldo vero poi ho la pressione talmente bassa che devo prendermi il cuore a pugni per stare in piedi. so solo che pacco gente a destra e manca e mi accorgo di ignorare raffiche di sms. giuro che non lo faccio apposta, nel senso, non sono qui che sogghigno dicendomi "ah ah LOL ora faccio la merda". no. ora vi rispondo a tutti ché vi voglio (parzialmente) bene.

nel frattempo mi hanno anche laserato la retina, pensa te. ho la salute di un 90enne. morto. è anche possibile peraltro che io in futuro mi metta a soffrire di sindrome del morgellone, almeno avrei qualcosa di interessante ogni giorno sulla mia pelle.

mi sa che vado a sbiancarmi il buco del culo, diobestia. non sia mai che ci sia una parte di me color afroamericano.



This work is licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 3.0 Unported License.
(c) 2020 brullonulla | powered by WordPress with Barecity