Saturday, March 31, 2007 , 12.22

la mattina del 31 marzo

stamattina mi sono svegliato, ho acceso la radiosveglia, l’ho spenta perchè non trovava la sintonia e ho acceso la radio dello stereo; torno a letto. su radio tre, ho sentito erri de luca, un suo ignoto amico e una slavata conduttrice sciabattare scemenze sul rapporto tra bibbia e montagna. vado a pisciare, torno. continuano con dio e la montagna. irritato cambio col telecomando su radio uno, nel dormiveglia seguo un radiogiornale di cui non ricordo nulla, se non le previsioni di bel tempo. un occhio alla finestra, e si, sopra il gasometro c’è sereno. alla pubblicità cambio prima su radio due: la voce parla di “una terra in espansione, un blob di migliaia di chilometri quadrati”: cambio. radio tre, di nuovo, stavolta è “il terzo anello” con una voce troppo melliflua che annuncia una prima registrazione di Palestrina. a questo punto sono sveglio, traggo il libro dal comodino (“il dono”, di Nabokov), e ne proseguo la lettura. leggo di riviste di scacchi, di geopolitici della domenica, e con curiosa autoreferenzialità, di un personaggio che si rotola nel letto la mattina e vede avvicinarsi la prospettiva della toletta quotidiana. mi dispero perchè non so se finirò mai il libro. nel mentre la radio annuncia ora un quartetto di Festa, autore oggi dimenticato ma pare caro ai suoi contemporanei (Beethoven, von Weber, Mendelssohn). dimentico il libro, mi concentro sul quartetto -mi piace l’inizio. poi lo dimentico e continuo a leggere. quando appoggio il libro al comodino la voce del “terzo anello” quasi con vergogna mormora che Festa era solo un buon artigiano, rispetto a Mendelssohn. prima con analoga sufficienza (“ottimo architetto, ma freddo e distante da noi”) liquidava Palestrina. mpf. mi alzo, apro l’acqua nella vasca da bagno, torno qua, voglio scrivere questo post. in realtà non questo: pensavo che questo fosse cappello introduttivo di un altro post, ma poi scrivo sempre post troppo lunghi. mannò, teniamo questo e basta. il mouse funziona ma il desktop non risponde (ah, sarà beryl? se avessi un altro pc da cui fare ssh…), non voglio cercare un altro pc, riavvio, controllo i log, nulla di strano (ma si, sarà beryl, poi guarderò i log di xorg), scrivo questo post.



Saturday, March 24, 2007 , 16.41

post di tipo “in attesa di un post” no.4849082472

sono una pigra puttana, i know.



Thursday, March 15, 2007 , 15.36

cari talebani

siate gentili. mi fate il favore di restituire sto cazzo di mastr0gi@c0mo o come altro si chiama questo coglione, per favore? eh? ce lo ridate? guardate, non ci perdete niente, perchè dopo tutta lo sfracellamento di coglioni che costantemente arriva su giornali, televisione, radio, internet e diosacosa sull’afghanistandimerdageovalobruciassecolnapalmecifacesseilMuseoDellaBriscola vi assicuro che lo sgozziamo gioiosamente noi.



Tuesday, March 13, 2007 , 11.14

nothing to say, nothing to lose

domanda su yahoo answers: Come andra a finire nel 2036 quando l’asteroide con la forza di 100mila bombe atomiche colpirà la terra?

risposta no.1: “mia mamma: “nel 2036 cadrà un asteroide sulla terra… avrà lo stesso effetto del meteoritie ke uccise i dinosauri… ke bello! così io e te moriremo insieme! ke bello!”… io: “mamma ca.z.z.o! un po’ do ottimismo! ma ke discorsi sono!”… spero vivamente ke nn accada nulla di grave… ho molta paura…

risposta no.2: ho 15 anni,frequento l’Ipsia Ernesto Ascione,un istituto professinale in cui studio chimica,biologia e materie simili;anche volendo non credo di poter dare molto aiuto che il mio diploma possa essere utile ma sono sicuro che da quì a 36 anni centinaia di giovani fisici,astrologi,chimici,e tutto ciò che in pratica riguarda la scien,qualunque materia essa sia,sono sicuro che tra tutti i ragazzi che oggi stanno studiando,o che stanno leggendo questo messaggio c’è già qualcuno che ci salverà e non sono un sognatore semplicemente un ragazzo pieno di speranza,se non per i genitori,che magari non ci saranno più,non per noi, che già avremmo vissuto la nostra vita,se non per noi bisogna far qualcosa per i nostri figli,i nostri nipoti,per i nipoti dei nostri figli,ma soprattutto per l’umanità intera, che terminerebbe dopo milioni di anni d’evoluzione alle spalle,no!|mi rifiuto di credere che tutto ciò possa scomparire così,non sarabbe giusto nei confronti dell’umanità intera,che,se anche ha i suoi gravi problemi,ma seriamente gravi ,non si merita tale destino,per niente,anche se sappiamo che il destino non c’è lo costruiamo noi!

spero che il cane infame che ho scontrato ieri con la bici mentre schizzava via senza guinzaglio in mezzo alla strada stia morendo lentamente di emorragia interna.



Friday, March 2, 2007 , 16.25

the trouble with brullonulla

di che scrivo? di che parlo? è primavera, io odio la primavera, oggi di colpo era tutto un bollire di bruchi, cimici, farfalle. dio le maledica anche quest’anno come ogni anno. ma che c’entra? a chi interessa? ho installato beryl. e chissene? lunedì farò una gastroscopia. embè?



This work is licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 3.0 Unported License.
(c) 2020 brullonulla | powered by WordPress with Barecity