Category: Naufrago solitario


M-O-R-T-E

settembre 9th, 2011 — 10:23pm

Comment » | Naufrago solitario

Telefona a ‘stu cazz

settembre 8th, 2011 — 9:56pm

«Chi rorm cchiù,
cu cchesta voglia ‘e me’ vasà ‘na vocca bbella,
si quaccheruna m’allisciass ‘a manuvella,
cu sta canzone muta i mo’ sto ascenn pazz,
telefona a ‘stu cazz
».

Comment » | Naufrago solitario

E-commerce

settembre 7th, 2011 — 9:55pm

Comment » | Naufrago solitario, Senza parole

Ossessione

settembre 6th, 2011 — 9:47pm

Comment » | Naufrago solitario, Senza parole

Pratico di zona

settembre 5th, 2011 — 1:20pm

Comment » | Naufrago solitario, Una palma

Fiumi di parole

settembre 3rd, 2011 — 3:31am

Comment » | Due palme, Naufrago solitario

La funzione sociale della proprietà privata

settembre 1st, 2011 — 3:23am

… La proprietà privata è riconosciuta e garantita dalla legge, che ne determina i modi di acquisto, di godimento e i limiti allo scopo di assicurarne la funzione sociale e di renderla accessibile a tutti. (Costituzione della Repubblica Italiana, art. 42)

Comment » | Due palme, Naufrago solitario

Diabolica barbarie

agosto 28th, 2011 — 3:57pm

«A questo punto fummo assaliti da mille paure, perché ci pareva impossibile che non ci avesse scorti, e temevamo che ci abbandonasse alla nostra sorte di deliberato proposito, atto di diabolica barbarie che per quanto possa sembrare inverosimile è stato più d’una volta perpetrato in circostanze quasi identiche alle nostre e da esseri che pur si considerano appartenenti al genere umano».
(Edgar Allan Poe, Storia di Gordon Pym, trad. Maria Gallone, p. 147)

1 comment » | Naufrago solitario, Una palma

Non aprite quella porta /2

agosto 22nd, 2011 — 2:42pm

Comment » | Naufrago solitario, Senza parole

Son caduto dalla nave, son caduto mentre a bordo c’era il ballo

agosto 21st, 2011 — 2:31pm

«È impossibile immaginare il terrore estremo di cui ero caduto preda. I fumi del vino si erano del tutto evaporati, lasciandomi terribilmente smarrito e indeciso. Sapevo di essere del tutto incapace di governare la barca, mentre il vento impetuosissimo e un violento riflusso di marea ci stavano rapidamente portando alla totale rovina».
(Edgar Allan Poe, Storia di Gordon Pym, trad. Maria Gallone, p. 21)

1 comment » | Naufrago solitario, Zattera

Back to top