Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



REDAZIONE DI TRASCENDENTALE, LOCALITA’ SEGRETA – O prestigiosi lettori: hanno ragione le sagge genti che ritengono che la Verità non vada indagata di necessità in luoghi remoti, ma possa allignare talora dietro l’angolo di casa nostra, sotto i nostri occhi o i nostri baffi, per chi ce li ha.

Possiamo testimoniarlo noi medesimi, che oggi ci troviamo a essere protagonisti delle nostre stesse cronache.

Non molti pomeriggi or sono cadeva la pioggia sulla redazione di Trascendentale. L’“idem sentire” di noi modesti redattori volgeva alla mestizia per via del lento degenerare delle condizioni del Nostro Amato Direttore, il Cavalier Gustavo Patrizio Conigliano, sotto osservazione medica dal novembre 2007 per un male ancora oscuro tanto alla scienza quanto alla Chiesa. Affacciati alla finestra pericolante, scrutavamo il cielo bigio in attesa di un segnale Divino.

Improvvisamente, in quell’aria umida e oscura come un orifizio, fece capolino uno strano oggetto, in lontananza, tra gli alberi. Prontamente il nostro fotografo, James Molay Jr, aciuffò il suo fido apparecchio dagherrotipo con lo scopo di scattare la spettacolare fotografia che riportiamo in questa pagina come testimonianza.

Come potete constatare, egregi lettori, sulla natura aliena dell’oggetto immortalato non può esservi alcun ragionevole dubbio. La forma è quella tipica dei dischi volanti, e su questo anche noi, alfieri dello scetticismo critico, non nutriamo dubbi. Al momento, presi dall’emozione come dei giovinetti – dopo aver gorgheggiato un Eia Eia alalalà in onore del Nostro Grande Direttore – siamo corsi ad avvertire carabinieri, polizia, vigili del fuoco e protezione civile.

Dapprima, le forze dell’ordine dell’italietta democratica hanno ritenuto superfluo ogni intervento, giustificate, ma solo in parte, dall’impegno profuso per fronteggiare la ben nota “emergenza stupri” animata dai malvagi rumeni ai danni delle nostre femmine. Ma durante un secondo risolutivo colloquio telefonico, quando il nostro solerte redattore ha ricordando all’esimio Vice Questore, dott. Tortorella, l’amicizia di antica data col Nostro Adorato Direttore, gli agenti dello Stato hanno deciso di intervenire.

Un primo superficiale sopralluogo non rilevò nulla di anormale nella zona da noi additata. Secondo alcuni tecnici della questura l’oggetto avvistato avrebbe potuto essere una banale cisterna dell’acqua, una di quelle, molto diffuse nella Penisola, dalla discutibile forma di fungo. Si è sostenuto che essa, semi-nascosta tra gli alberi, avrebbe potuto ingannare i nostri occhi. Noi, benché punto convinti, non abbiamo osato mettere in discussione la parola sacra delle forze dell’ordine.

Ma ci ripromettiamo tuttavia di tenervi aggiornati su questa torbida vicenda, su altri eventuali avvistamenti di ufo e sulla salute del Nostro Amato Direttore.

    4 novembre 2008