Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



Sinarchia, governo ombra, nuovo ordine mondiale: comunque la pensiate è ormai certo, almeno tra gli uomini dotati di cervello, che questo pianeta sia governato da poteri occulti. Sopra un potere ce n‘è subito un altro e poi un altro ancora, e così via. Le nostre vite sono nelle loro mani. I servizi segreti, il Vaticano, l’Inps, gli Illuminati, l’Organizzazione dei Nani, il Sovrano Ordine di Malta. Ma chi c‘è sopra tutti?

Secondo questa fotografia che Trascendentale presenta in esclusiva assoluta ai nostri lettori, i veri e unici padroni del mondo, quelli che decidono le sorti di tutti i governi di tutte le nazioni, sono solo sette persone. Nella fotografia se ne vedono sei, la settima è quella che ha scattato la foto. L’abbiamo ricevuta da un nostro collaboratore di cui per ovvi motivi non riveleremo il nome. Ma sull’autenticità non abbiamo dubbi: quelle sette persone con il cilindro, che banchettano allegramente tra le nevi e i ghiacci dell’Everest, sono gli assoluti padroni del mondo.

Dunque tutti gli altri poteri più o meno occulti prendono ordini da questi misteriosi sette individui che occupano il posto più alto nella piramide gerarchica. E non è un caso se come loro sede hanno scelto la cima del monte Everest: da lassù prendono le loro decisioni, scelgono i candidati dei governi, i risultati delle elezioni, ma anche quelli delle partite di calcio. Truccano competizioni elettorali e gare sportive, fanno scoppiare guerre, diffondono malattie e cure secondo il loro piacimento. Scie chimiche, terremoti, attentati. Ogni cosa è decisa da questi sette individui.

Ma a questo punto, come amava dire il compianto Antonio Lubrano, la domanda sorge spontanea: chi sono questi misteriosi sette padroni del mondo?

Domanda che per ora resterà senza risposta, cari lettori. Ma vi promettiamo che sarete informati non appena avremo maggiori informazioni. Ovviamente sempre se lorsignori ce lo permetteranno. Se nella nostra redazione ci sarà qualche strana scomparsa o qualche omicidio misterioso, saprete cos‘è successo. E saprete anche dove andare a lamentarvi.

L’indirizzo è semplice da ricordare: cima del Monte Everest, al confine tra Cina e Nepal.

   22 dicembre 2010