Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



In esclusiva per Trascendentale la migliore dieta per tenersi in forma elaborata dal dottor. Gregory Donald Johnson, basata sulle diete dei nostri valorosi Soldati nella Grande Guerra. E’ un regime alimentare consigliato sia per gli uomini sia per le donne – basta variare le quantità – e perfino per i bambini. Vi proponiamo una settimana intera, tre pasti al giorno, seguendo i consigli dell’esimio dottor Johnson. Le dosi sono sempre per una sola persona.

LUNEDI’
Il lunedì non si mangia né a colazione né a pranzo. Per la cena invece si comincia la settimana con una rinvigorente “zuppa del soldato”. Se volete arrivare in tempo per l’ora di cena (le 18 circa) iniziate a prepararla alle 15, non dopo. In una capiente pentola di coccio mettere 100 grammi di farina, un litro d’acqua, una patata con la buccia, prezzemolo, aglio, sedano, un poco di sale, un solo fagiolo (serve a dare sapore e proteine) e la buccia di un pomodoro. Far cuocere a fuoco lento per 3 o 4 ore, poi far riposare per altre due.

MARTEDI
Carne! Noi consigliamo la carne in scatola Polenghi o Sada, purtroppo in alcune città, ormai dal 1935, sempre più difficile da trovare. Consigliato anche l’ottimo “Antipasto finissimo Trento e Trieste”. Come contorno una cicoria presa vicino casa. Questa la colazione. A pranzo 100 grammi di riso bianco con limone e per cena un ottimo acquasale, cioè pane raffermo, acqua, olio, aglio e pomodoro (quello sbucciato il giorno prima e conservato fuori dalla finestra o nel frigidaire).

MERCOLEDI’
Recatevi di buon mattino dal vostro lardelliere di fiducia. Procuratevi del buon lardo, almeno 300 grammi, e controllate che non vi freghi, giacché la fiducia la lasciamo ai fanciulli, alle donne e agli idioti. Di ritorno comprate del buon cavolo cappuccio, fatevi mostrare anche le foglie interne, non solo quelle esterne. Per colazione 2 gallette e un trito di fave secche, ceci, lupino e sesamo. Saltare il pranzo e mettere a cuocere il lardo con il cavolo cappuccio, una cipolla, un litro d’acqua, un goccio di vino bianco, sale, pepe, rosmarino, aglio, una buccia di patata, prezzemolo, peperoncino, per tutto il pomeriggio. Alle 18 servire la zuppa di lardo e cavolo. Dopo cena un bicchierino di liquore, una preghiera e subito a dormire.

GIOVEDI’
Anche il giovedì si salta la colazione, è ammesso solo uno spuntino a metà mattina di due gallette. Per pranzo un buon piatto di pasta e fagioli: 200 grami di pasta, 100 grammi di fagioli, 50 grammi di burro, 50 grammi di parmigiano, un filo d’olio d’oliva. A cena cicoria con aglio, o anche solo aglio senza cicoria, e una buona tazza di latte intero con una goccia di miele.

VENERDI’
Il venerdì è il giorno della minestra d’ortica. Un litro d’acqua, aglio, un poco di sale, una foglia di prezzemolo, 100 grammi di ortica. Durante la cottura immergete, legato a uno spago, un pezzo di lardo, da togliere prima che la minestra sia pronta, giusto per insaporire. Il lardo verrà utilizzato poi a cena. Infatti verso le 16.30 mettete a cuocere a fuoco lento della passata di pomodoro e versateci il lardo, aglio, prezzemolo, una gamba di sedano, una buccia di patata, e fate cuocere per circa 2 ore. Dopocena un bicchierino di liquore.

SABATO
Cominciate la giornata con un uovo crudo e una galletta. Per pranzo dello sgombro in scatola con del prezzemolo tritato al momento alla maniera francese o, in alternativa, una scatoletta di “Antipasto finissimo Trento e Trieste”. Tenete duro fino all’ora di cena, poi mettete a cuocere 200 grammi di spaghetti da condire con 200 grammi di burro e una spolverata di pepe.

DOMENICA
Saltate la colazione. A pranzo una scatoletta di “Antipasto finissimo Trento e Trieste”, qualche oliva, perché mettono allegria, e una carota cruda con la buccia. Per cena una bella tazza di latte possibilmente appena munto con una goccia di miele, spezie indiane rinvigorenti e del rosolio. .

   19 dicembre 2015