Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



IL MIRACOLO DEFINITIVO? CONFUSIONE TRA GLI ESPERTI: “NON E’ POSSIBILE CHE UNA SALMA RESTI INCINTA, SOPRATTUTTO QUELLA DI UN UOMO”. IL VATICANO TACE. ECCO LE VARIE IPOTESI.

SAN GIOVANNI ROTONDO (FG) – C‘è chi pensa che l’abbia fatto per contrastare la dilagante epidemia del calo delle nascite e del conseguente calo demografico della razza italiana, opposto all’invasione di sangue straniero che giunge quotidianamente sulle nostre coste italiche. C‘è chi invece pensa che sia la dimostrazione definitiva della supremazia assoluta di Padre Pio non solo tra i Santi, ma anche sulla Trinità e sulla Vergine Maria. Il fatto è questo, cari lettori: la salma del santo di Pietrelcina ha partorito un bambino, a cui non è ancora stato dato un nome e che, per motivi di sicurezza, è stato trasportato in un luogo segreto. Il Vaticano tace sulla vicenda, e la cosa non ci sorprende, ma le nostre fonti, i Carabinieri di San Giovanni Rotondo e la sezione foggiana del C.I.S.A. (Centro Internazionale di Studi Alternativi) di Vimodrone stanno facendo di tutto per venire a capo della vicenda. Cos‘è successo? Cerchiamo di ricostruire la vicenda.

“Erano da poco passate le due del mattino” ci spiega Ivano Bisceglia, 38enne disoccupato ed ex tossicodipendente, oggi in servizio presso una comunità della cittadina foggiana. “Io mi occupo della sorveglianza notturna della salma. Cioè il mio compito è di controllare che non entri nessuno, nessun vandalo e nessun ladro”. Sorvoliamo sul fatto che un compito così delicato sia affidato a un ex tossicodipendente, perché in realtà quasi tutti – sia i frati sia i Carabinieri – hanno speso solo parole buone per il Bisceglia, dunque fidiamoci e continuiamo con il suo racconto: “A quell’ora ho sentito un suono… come il pianto di un bambino. Pensavo venisse da fuori, ma poi mi sono accorto che veniva dalla salma. Ho pensato di avere le allucinazioni, ma ormai sono anni che non le ho più e ho capito che era vero. Un bambino vero”.

A quel punto il Bisceglia fa la cosa più saggia da fare: compone il 113 con il suo telefono portatile. A tempo di record, gli uomini dell’Arma sono presenti nella cripta dove viene custodita la salma del Super Santo. E’ il maresciallo Ciavarrella a constatare che quanto detto in maniera confusionaria per via telefonica dal Bisceglia, corrisponde al vero. “Si trattava di un vero neonato, non vi sono dubbi. A quel punto sono accorsi anche i frati, il Sindaco e il Vescovo. Abbiamo telegrafato la notizia al Vaticano, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Abbiamo controllato porte e finestre: non vi era nessun segno di effrazione. Alle 2.38 abbiamo messo a verbale il miracolo e il bambino – poiché di maschio si trattava – è stato trasportato in luogo segreto”. Nonostante un lungo interrogatorio durato fino all’alba, la versione del Bisceglia ha retto, come ci spiega il maresciallo Ciavarrella: “Ha detto la verità, non ho dubbi. In passato ha fatto degli errori, ma è un bravo ragazzo”.

Gli errori di cui parla il maresciallo sono piccoli reati commessi dal Bisceglia quando era in preda al demone della Droga. Piccoli furti, scippi, guida in stato alterato, eccesso di velocità, qualche semaforo rosso e lo stupro di un cadavere dall’ospedale di San Giovanni Rotondo. Piccole marachelle che il Bisceglia ha scontato con qualche anno di carcere e con la promessa solenne di dedicarsi solo alla venerazione di Dio e di Padre Pio.

“Qualsiasi cosa sia successa, è ancora presto per avere una risposta definitiva” ci spiega in maniera molto professionale il dottor Pacilli (64), libraio, radioamatore e responsabile della sezione foggiana del C.I.S.A. “Di certo noi, con la collaborazione dei Carabinieri, stiamo indagando. Non ci sono dubbi che il Santo abbia partorito: non posso entrare nei dettagli, ma abbiamo trovato dei liquidi che dimostrano in maniera incontestabile che il bambino sia uscito dalla salma. Di questo dunque siamo certi. L’unico dubbio è su come possa essere successo. Qualcuno ipotizza che sia rimasto incinta in seguito a una copula, ma questo è fuori discussione. Nessuno è entrato nella cripta della salma, c’era il Bisceglia a controllare. Altri, e io sono fra questi, pensano che sia rimasto incinta come la Vergine Maria, cioè grazie allo Spirito Santo. Ma lei era una donna, le cose erano più facili, diciamo. Il fatto che Padre Pio ci sia riuscito comunque, dimostrerebbe l’eccezionalità di questo Santo. Inoltre non c‘è stata gravidanza: nei giorni precedenti nessun ha notato il cosiddetto ‘pancione’, anche se va detto che il saio del Santo è un po’ largo.”

Se dunque è ancora presto per avere una risposta definitiva, possiamo intanto dire senza dubbi che il miracolo è avvenuto e che ancora una volta i problemi del mondo vengono risolti dal Santo di Pietrelcina. Vi terremo aggiornati su eventuali sviluppi.

   18 luglio 2016