Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



BASTA STARE NELL’OMBRA, E’ GIUNTO IL MOMENTO DI BAGNARSI IL BAVERO COL SANGUE”. UNA DICHIARAZIONE IN ESCLUSIVA DI UN ANONIMO MEMBRO DELL’ORDINE DEL TABARRO.

Per secoli sono stati una leggenda: i misteriosi uomini in nero, avvolti nel tabarro, che venivano avvistati nei luoghi dove si avevano luogo eventi storici o fatti misteriosi. Osservatori silenziosi, avvolti nel tabarro così come il loro esoterico Ordine è avvolto nel mistero. C‘è chi li ha visti confabulare tra loro nella nebbia, nei vicoli delle città storiche, per poi prendere certe scale che portano sottoterra che a seguirle non si ritrovano. C‘è chi afferma di averli visti nella via dove venne ritrovato il cadavere di Aldo Moro, a Roma; chi in Vaticano poco prima delle dimissioni di Ratzinger; chi invece sulla Costa Concordia. Leggende, verità? Non lo sappiamo con certezza.

Ma di una cosa abbiamo la conferma: i tabarristi esistono e il loro misterioso Ordine, che sembra esistere da quando l’uomo non è più animale, è uno dei più importanti movimenti esoterici che controllano in silenzio il destino dei popoli. Si fanno vedere poco e ancor meno amano parlare, ma se un governante alza la cornetta del telefono – che sia un presidente nella città di Whashington o uno statista nella cosiddetta “Europa” – dall’altra parte è probabile che ci sia un tabarrista pronto a sussurrare consigli che suonano come ordini.

Ma ora i tabarristi hanno deciso che il loro ruolo di osservatori invisibili e misteriosi consiglieri non basta più. Il mondo, lo sappiamo, è allo sfacelo, per colpa delle banche, dei giudei, della lobby dei nani, dei maomettiani sanguinari, di invertiti e depravati, dei cardinali di Roma, dei produttori di carbone – e l’elenco potrebbe continuare a lungo, come sanno bene i nostri più affezionati lettori.

L’Ordine del Tabarro si è riunito e ha deciso che, dopo secoli di pace, di silenzio, di pressioni invisibili e di interventi dietro le quinte, è giunto il momento per i tabarristi di andare in prima linea. E’ il momento della guerra. Una talpa all’interno del movimento esoterico ha comunicato alla nostra redazione quanto segue: “Noi tabarristi muoviamo i fili della storia da quando il tabarro esiste, ovvero da sempre. Siamo sempre stati dietro le quinte o, come diciamo tra noi, dietro il tabarro, come il pensiero tabarrista ci impone. Se non avete mai sentito parlare di noi, è perché noi abbiamo voluto così. Ma il direttivo dell’Ordine del Tabarro si è riunito e ha deciso che è il momento di ‘bagnarsi il bavero’.”

“Lo facciamo pensando ai nostri figli” – continua l’anonimo tabarrista – “ai nostri nipoti, ma anche ai nostri Grandi Padri, e ci chiediamo cosa penserebbero di noi? Il nostro ordine ha l’essere in disparte, invisibili e sfuggenti, come dogma, ma è giunto alfine il momento di venire allo scoperto. Non possiamo più permetterci di stare in disparte di fronte a tagliagole e tagliatabarri assetati di sangue e parassiti in giacca e cravatta. I nostri politici sono tutti inutili, le Nazioni, così come le abbiamo conosciute, sono una farsa durata fin troppo. Per l’Ordine del Tabarro, è il momento della guerra totale”.

Questa la dichiarazione che Trascendentale ha avuto in anteprima mondiale. Vi terremo informati sugli eventuali sviluppi. Nel frattempo pensiamo sia il caso di stringere a sé i propri cari, sbarrare le finestre, caricare il fucile, e pregare il buon Dio.

   20 luglio 2016