Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



E’ una causa miliardaria, quella che vedrà da una parte la Apple, la famosa multinazionale di computer, e dall’altra Gregorius Verne, nipote del celebre scrittore Jules Verne, autore di romanzi fantastici come “Il giro del mondo in 80 giorni” o “Ventimila leghe sotto i mari”.

Il motivo del contendere è l’Ipod, il piccolo lettore mp3 che permette di sentire migliaia di brani musicali e che tanto ha fatto guadagnare alla Apple negli ultimi due anni, e di cui Gregorius Verne reclama i diritti.

“Il mio bis-nonno” spiega, “è il vero inventore dell’ipod, che immaginò ben cent’anni prima della Apple, e io ho le prove! Chiederò ottocento miliardi di euro come risarcimento.”

Le pesanti accuse di Gregorius Verne – che ha sposato un’italiana e attualmente lavora come operatore ecologico presso Clusone, in provincia di Bergamo – per il momento non sembrano preoccupare i dirigenti della Apple.

“Per coerenza dovrebbe fare causa anche alla Nasa”, spiega una nostra fonte della Apple, “per essere andati sulla luna come aveva predetto Verne”.

Gregorius Verne fa sapere che se ne sta già occupando.

   11 giugno 2006