Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



Non solo femmine, maschi, nani, o nani di femmine, ma anche “alieni” dentro le capienti mandibole masticanti della Santa Inquisizione. E’ quando emerge da un’indagine svolta dal dottor Peter Boccache, già brillante scopritore delle latrine sacre di Sumatra.
“Molti disegni che ho trovato descrivono tormenti inflitti ad esseri poco somiglianti all’uomo o a me. E’ pur vero che potrebbe trattarsi di una conseguenza delle angherie subite: alcuni corpi potrebbero apparire disumani dopo quei santi accanimenti a imperitura gloria del mai troppo lodato GesuCristo. Ma ho profondamente analizzato altri disegni di corpi pastorizzati, e non ho trovato le medesime corrispondenze di sfiguramenti, non di certo. Infine, ho trovato negli scantinati segreti del vaticano carte che si riferiscono a giudizi intentati nei confronti di esseri ‘immondi’. Probabilmente, il sostantivo ‘immondi’ si riferisce ad esseri di ‘altri mondi’, come sembrerebbero testimoniare i disegni che ho trovato dentro un ossario in Scozia, e in un astuccio da rasoio appartenuto a Fernandel.”

Secondo Peter Boccache, ma anche secondo altri insigni studiosi, tra cui l’inventore del dildo di lattice, Albert Suriname, le 96 tesi che Lutero applicò alla porta della Cattedrale di Wittemberg, le quali accusavano aspamente il mercimonio delle indulgenze, sarebbero state dettate a Lutero direttamente da entità aliene, irriducibili fomentatrici di discordia spirituale. Il condizionale è d’obbligo, ma non necessario. Da certi conti della spesa del giovane Lutero, Boccache ha individuato un complesso alfabeto sillabico, sullo stile della lineare B delle civiltà preclassiche, che riporterebbe fedelmente le 96 tesi luterane. Chi ha insegnato questo alfabeto a Lutero, che, come affermò il suo discepolo Stefan Pelvi, detestava inventare alfabeti segreti? Certamente forze aliene. E chi se no?
“Del resto questa serie di disegni testimonia che l’inquisizione del clero cattolico disponeva di strumenti molto più avanzati di quelli che si è disposti a credere, visto che con tutta probabilità erano riusciti a decifrare i conti della spesa di Lutero, e così a risalire ai suoi sobillatori ‘oltremondani’, e addirittura ad acciuffarli, facendogliela pagare a tutta birra.
Quale interesse perseguivano gli alieni nel provocare queste scissioni religiose, così gravide di aspetti crudeli?”
E’ la domanda verso cui si orienta oggi la nuova sfida degli storici del terzo millenio dopo Cristo, nonché quella dei sudditi del mistero.

    4 dicembre 2006