Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



EVEREST – Come ricorderete qualche giorno fa la femmina di canguro conosciuta come “Daisy” – diventata improvvisamente famosa perché allevava un cucciolo di alieno – era scomparsa in circostanze misteriose. Ma oggi, la bella notizia. Il proprietario del prodigioso cavallo Mizar ha messo in funzione i fenomenali neuroni equini dell’incredibile animale di sua proprietà e anche stavolta le capacità paragonistiche del nostro Nostradamus a quattro zampe non hanno deluso le aspettative.

Davanti a un pubblico composta da famiglie, anziani, Miss Puglia 1998 e assessori comunali, in meno di cinque minuti il prodigioso cavallo Mizar ha localizzato il canguro Daisy in Tibet, precisamente sull’Everest.

Immediatamente una spedizione di salvataggio è partita per il Tibet. Spedizione alla quale ha avuto l’onore di prendervi parte anche il vostro umile redattore.

Dopo un viaggio in piroscafo fino ad Algeri abbiamo preso un velivolo (non low cost) per le Filippine. Lì, dopo un attesa di nove ore al freddo minacciati dai guerriglieri di Abu Sayyaf, siamo partiti in mongolfiera fino alla Mongolia. A Ulaanbaatar siamo saliti su un autobus e dopo soli nove giorni di viaggio abbiamo preso il treno che arriva fino a Lhasa, capitale del Tibet.

Appena arrivati, giusto il tempo di recuperare l’ossigeno e seppellire due compagni di viaggio purtroppo morti durante il viaggio, e ci siamo immediatamente uniti all’infinita fila di fedeli che dalla stazione salivano verso la cima.

Durante la lunga arrampicata cori, canti e balli hanno accompagnato i fedeli. Una volta arrivati su, ecco apparire il canguro femmina Daisy – con il suo piccolo alieno nel sacco marsupiale – ferma su una roccia, sopra una folla adorante.

Il dottor Madlib, capo scientifico della spedizione, ha analizzato il magico animale e l’ha trovato in ottime condizioni di salute. Tuttavia sono molte le domande. Una su tutte: come ha fatto il canguro Daisy ad arrivare fino a lassù?

Il dottore pensa che il canguro Daisy abbia aumentato le sue capacità intellettive grazie all’alieno di razza superiore che allevava nel sacco marsupiale. Questa nuova intelligenza avrebbe permesso al canguro Daisy di ingegnarsi in un efficace travestimento (il dottor Madlib pensa da marinaio) che le permettesse di imbarcarsi dall’Australia fino all’Asia senza essere notata.

Ma queste, amici lettori, per ora sono solo supposizioni, seppur sostenute da un luminare della scienza (parliamo pur sempre dell’autorevole dottor Madlib….). In futuro, altri dettagli.

   12 febbraio 2007