Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



Gli affezionati lettori di Trascendentale ricorderanno che in data 4 febbraio 2007 d.C. un nostro misterioso informatore ci aveva consegnato una busta sigillata dal notaio Coscarini di Codroipo (UD).

Nella busta, la risposta all’inquietante dubbio che la nostra “gola profonda” aveva instillato in tutti noi nel rivelarci che la Guardia Forestale progetta dal 1964 un colpo di Stato, necessario “per fermare una minaccia atroce che incombe sull’Italia”. Di che oscura minaccia si tratta?

Mentre in redazione cominciarono a imperversare irrefrenabili scommesse, la busta sigillata fu consegnata nelle mani del direttore di Trascendentale Cavalier Gustavo Patrizio Conigliano. Il mandato del nostro Mister X era di aprirla solo alle ore 15:04 del 13 febbraio 2007. Cioè qualche minuto fa.

FINALMENTE LA VERITA’ SULLA FORESTALE

Nelle mani di Conigliano la busta è rimasta letteralmente fino a ora. Al fine, rotto con un pugnale d’oro benedetto da Padre Pio il sigillo di ceralacca del notaio di Codroipo, il Cavaliere direttore ha estratto dall’involucro una pergamena consunta dal tempo. Un odore dolciastro di paraffina e polvere s‘è diffuso nell’aria, sopraffacendo quello simile che satura da sempre la nostra redazione. Il venerando garante di Trascendentale ha aperto il vetusto foglio per leggerne a voce alta le rivelazioni.

Intanto, sfibrati dall’attesa affilata come un rasoio, nelle postazioni tipografiche e postelegrafoniche i nostri stenografi più lesti sudavano, aspettando un cenno.

“Parola del Profeta Mengelo – ha preso a leggere con voce stentorea il Direttore, – abbisogna che la Guardia Forestale assuma sulle spalle il potere assoluto e illimitato per addifendere la Nazione dalla minaccia degli alberi.”

La minaccia degli alberi. La guardia forestale, quel corpo dello Stato che noi stessi accusavamo iniquamente di difendere gli alberi, è in realtà l’ultimo baluardo della difesa DAGLI alberi.

Sono essi, secondo la Profezia, i mortiferi cavalieri dell’imminente Apocalisse. Gli alberi e non l’inquinamento, gli alberi e non la guerra atomica, gli alberi e non la musica alta, gli alberi sono la vera e unica possibile fonte della Morte Eterna.

“L’invasione dell’arbusti – concludeva il messaggio letto dal Cavalier Conigliano – fia capitanata dalla più atroce schiatta degli alberi maligni. Il Malvagio siderale.”

Secondo l’interpretazione più accreditata, esisterebbe quindi una stirpe di alberi ancora più malvagia e pericolosa di tutte le altre. Questa stirpe comanderà l’invasione (perché di questo si tratta) dei verdi nemici dell’umanità, e da quella razza di alberi probabilmente discenderà anche il temuto Anticristo. Se solo fosse possibile conoscere di quale specie si tratta, forse la Patria potrebbe ancora salvarsi.

Allo stato dei fatti però non ci è dato di sapere. Vi renderemo conto di ogni eventuale sviluppo nelle prossime ore.

   13 febbraio 2007