Trascendentale - Notizie dal mondo
 ARCHIVIO | CRONACA | STORIA | SCIENZA | ATTUALITA' | ALIENI | PADRE PIO | NANI | LITTLE TONY | INCHIESTE



Che l‘”Internet”, questo strano marchingegno, questa sciagura dei tempi moderni, fosse uno dei pericoli per il nostro Pianeta, è un ritornello che ripetiamo da tempo. E anche oggi, cari lettori, la realtà ci dà ragione.

Una nuova specie di misteriosi alieni provenienti da un’imprecisata galassia è recentemente atterrata sulla Terra con un solo semplice e terribile obiettivo: conquistarci.

Dopo averci analizzato con comodo, spiando le nostre telefonate, nascondendosi nei bagni pubblici e nei camerini dei negozi, travestendosi da turisti orientali per poterci fotografare tranquillamente nelle strade delle nostre città – tutto questo senza che le forze dell’ordine intervenissero – questi diabolici extra-comunitari galattici hanno fatto il primo passo verso la conquista. Un primo, terribile, passo.

Ufficialmente è un’azienda di computers uguale a tante altre, ma dagli obiettivi quantomai misteriosi. Hanno tentato di scegliere un nome che suonasse familiare a noi umani, “Zuppa”, sbagliando però la corretta grammatica. Ma a parte questi piccoli dettagli, sono molto, molto pericolosi.

“Sono assolutamente spregiudicati, privi di morale” spiega il professor Alan Dhamerwood dell’Università di Chicago, Stati Uniti d’America. . “Si nascondono dietro gli schermi dei calcolatori e presto, proprio grazie ad essi, entreranno nelle case di tutti gli abitanti del Pianeta Terra. Hanno studiato gli umani per bene e sanno come muoversi”.

“La loro strategia pubblicitaria” continua il professor Dhamerwood, “è squallida, banale, eppure efficace. Pagano i giornali e molti siti dell’Internet, anche i più insospettabili, perché parlino della loro azienda. Vi capiterà di leggere articoli che apparentemente sembrano andare contro le loro meschine attività, articoli allarmistici magari supportati da valide opinioni scientifiche di qualche scienziato americano. Eppure, dietro ci sono loro. E i loro soldi”.

Il professore, già noto al pubblico scientifico per i suoi saggi storici “Il gemello segreto di Einstein” e “Atlantide e i Templari: la Verità”, ha tentato, invano, di avvertire i governi di tutto il mondo della minaccia aliena. “Nessuno mi ha ascoltato, purtroppo in questo paese ho perso credibilità a causa delle mie idee politiche. E comunque, non ho mai detto quelle cose sugli ebrei, questo lo scriva per favore”.

   14 febbraio 2007