Categorie
Uncategorized

Le statue di Padre Pio Venute Male

Una delle grandi arti italiche poco riconosciute è quella delle Statue di Padre Pio Venute Male.

Come si sa c’è grande competizione tra il nord e il sud del paese per chi fa le peggiori statue di P.Pio. Generalmente al sud hanno cattivo gusto ma non le risorse necessarie per metterlo in pratica, mentre al nord hanno cattivo gusto e anche le risorse. Anche se al sud, quando vogliono, riescono davvero a superarsi.

Ad esempio questo è un P.Pio inspiegabile nella zona di Benevento:

A cui risponde l’ormai celebre P.Pio d’oro di Luzzana, vicino Bergamo:

Torniamo al sud con una delle più classiche statue Venute Male, con tanto di enorme fungo di rame a riparare il santo Venuto Male, a Scicli, in Sicilia. Un classico della cosiddetta “scuola siciliana” del venutomalismo:

 

Sempre della stessa scuola, anche se ci siamo spostati nel Lazio, questo splendido P.Pio della corrente romana del nonsomigliantismo:

Qui invece una statua di P.Pio che ha subito un attacco vandalico e un carabiniere che la indica, da qualche parte intorno ad Agrigento:

Gli uomini dell’Arma si prendono cura ogni giorno delle statue di P.Pio Venute Male:

Ogni tanto la portano fuori per farle prendere aria:

O per fare una gita in campagna:

O la sollevano nel modo sbagliato rischiando il colpo della strega, ma poi tanto P.Pio glielo fa passare:

Qui invece un carabiniere taglia le unghie dei piedi a un P.Pio Venuto Male:

Va detto che anche i poliziotti non sono da meno. Qui ad esempio un poliziotto accarezza una piccola statua di P.Pio Venuta Male sull’uscio della sua piccola casetta:

Un P.Pio Venuto Male della scuola dello sproporzionatismo (VII-VI):

A seguire tre grandi classici del venutomalismo contemporaneo:

Ecco poi un insolito P.Pio in posa tipo Michael Jackson dei tempi d’oro:



Un commovente P.Pio robotico proveniente da Cabras, omaggio alla mai dimenticata corrente futurista del venutomalismo.

DSCN7444 DSCN7442

Appartenente alla discussa corrente hippy, di scuola bolognese, questo Pio di Bologna, Porta Saragozza, in posa allegra e fiorellini intorno:

120537764-00d8fda5-bd40-4db0-8741-6fd36a6c10d3

Qua si nota ancora meglio la gaiezza della posa:

6D0712

Quando nevica la posa gaia regala delle piacevoli sorprese, diventando un comodo porta-neve:

img_3234

Totale venutomalismo e nonsomigliantismo (nonchè citazioni della corrente dello sproporzionatismo) per questo provocatorio Padre Pio di Corato. Da notare come assomigli più a Pio l’autore della scultura, il signore coi baffi:

luigiquinto2

Opera di difficile collocazione invece questa di scuola pugliese che prevede la combo Pio + Wojtyla di Andria. Come sappiamo al sud quando hanno i mezzi battono tutti, e infatti questo Pio tracagnotto, letteralmente decollato, seduto sul water fa un gesto inspiegabile a un Wojtyla che si contorce, ci lascia senza parole:

andria

Nel frattempo c’è grande attesa a San Giovanni Rotondo per LA PIU’ GRANDE STATUA DI PADRE PIO AL MONDO, ovviamente celebrazione totale del venutomalismo, nonché tributo al gigantismo venutomale. Qua la testa:

accademia 015

Per ora conosciamo le misure: MISURE DELLA TESTA:2,30MT.;INTERA STATUA: 25MT.ALTEZZA

Non sappiamo altro, anzi se qualcuno ha informazioni in più lo scriva nei commenti.

 

 

37 risposte su “Le statue di Padre Pio Venute Male”

La prima fotografia è davvero incredibile a vedersi, sembra una commistione fra Padre Pio ed un cartone animato giapponese di robot

Mirabile Maestro, mentre io lottavo duramente per conquistare la patente thai (missione compiuta!) tu tt la spassavi assai con queste mirabili statuine! Complimenti!!!

Rrrrrrrrrrrrrr

C’è un proverbio che dice “scherzar coi fanti ma non coi Santi”. Credo che per i devoti al Santo di Pietralcina abbia importanza la fede in lui, non la somiglianza di una statua di bronzo! :-)

quella davanti alla staziopne termini è una statua a Giovanni paolo II non al frate di Pietrelcina…

Ma quanto costano tutti questi feticci che inquinano ovunque io volga lo sguardo?
Se un giorno i non impapocchiati saranno tanti, molti perderanno il posto di lavoro, per cui sarà difficile uscire fuori da questa cappa di tonache e rispettivi leccapreti o impretati che dir si voglia.

Ciao, i miei complimenti per questa serie sull’horror del marketing. Mi permetto di citare e linkare il blog valorizzando l’idea sul sito di repubblica.

niente di inspiegabile, nella prima. tra noi indigeni è conosciuta come la statua di padre pio in moto.

A parte l’incredibilità dell’aspetto di alcune statue, volevo dire a Worthstream (5 novembre 2013) che quell’immagine alla stazione Termini di Roma non è Padre Pio ma Papa Wojtyla: in effetti non è che cambi molto, sembrerebbe una via di mezzo tra Mussolini e Claudio Bisio!

forse ci sono necessità che non possono aspettare i tempi della scuola dell’arte. Il nuovo paganesimo imposto dalla presenza dei nuovi santi è una richiesta popolare così forte che non c’è tempo di studiare le foto storiche o le proporzioni del corpo umano, serve fondere e produrre.

I commenti sono chiusi